Quali date scegliere per sposarsi nel 2018?

Quali date scegliere per sposarsi nel 2018?

Quali date scegliere per sposarsi nel 2018?

Quali date scegliere per sposarsi nel 2018?

Ecco a voi una piccola lista di consigli utili nella scelta della data del vostro matrimonio.


Dopo la proposta di matrimonio sicuramente avrete iniziato ad immaginare un giorno ideale per vivere al meglio questa grande giornata. Sicuramente questo articolo viene scritto un po’ tardivamente rispetto all’anno in questione, in quanto siamo già nell’ultimo mese del 2017 e immaginiamo che per organizzare l’evento più importante della vita ci sia bisogno di molto più tempo.
Come dicevamo, il primissimo passo per iniziare l’avventura matrimoniale è scegliere una data congeniale, tenendo conto della stagione, del meteo (seppur esso sia spesso imprevedibile) e delle festività che presenterà il prossimo anno solare.
Per questo motivo vi elenchiamo alcune piccole indicazioni per la vostra scelta:

 

1.       La Stagione: inverno o estate?
Sicuramente questo è il primo dubbio che affligge tutte le coppie in quanto entrambe le scelte presentano pregi e difetti.
Qualora si dovesse prediligere un matrimonio estivo si andrebbe sicuramente incontro al vantaggio più grande, in quanto la temperatura sarà prettamente gradevole, si avrà più possibilità di sfruttare le ore serali con la luce solare e ci si potrà concedere abiti più scollati (per la sposa) o tessuti più leggeri (per lo sposo). Questa scelta comporterebbe anche la possibilità di un matrimonio serale.
Chi invece preferisce il matrimonio in inverno eviterà molti dilemmi sull’utilizzo della parte esterna della struttura. Questo sicuramente comporterebbe un forte risparmio nell’organizzazione e nelle spese richieste dalla location. Scontato dire che un budget più ampio a fine festa consentirebbe agli sposi di effettuare scelte diverse sul viaggio di nozze o sulla futura vita matrimoniale.

2.       Mattina o sera
Sposarsi di mattina sicuramente consente alla coppia di vivere a pieno la giornata. Inoltre questo permetterebbe la scelta di una location più distante o la realizzazione dello shooting in località fuori zona. Scelta comunque obbligata per chi decide di sposarsi nelle stagioni invernali in quanto, come detto prima, le poche ore di luce andrebbero sfruttate a pieno.
Chi decide di sposarsi di sera invece preferisce un’atmosfera più delicata, con luci soffuse, giochi di colori con artisti del fuoco e lancio di lanterne nel cielo stellato. Per gli invitati questa potrebbe essere una scelta gradita in quanto sfoggerebbero l’abito più elegante dell’armadio. Come per il matrimonio invernale anche questa scelta può portare ad una scontistica della location.

3.       Credenze popolari
Dopo aver superato queste scelte importanti bisognerà andare incontro alla scaramanzia delle credenze popolari in quanto essa è enormemente radicata nel bel paese.
Per questo motivo per ogni giorno della settimana e per ogni mese c’è una frase abbinata con la quale confrontarsi. Partiamo dai giorni:
Lunedì: giorno della Luna, portatrice di buona salute; martedì: ricchezza (nonostante molti seguano il detto: Di Venere e di Marte né si sposa né si parte); mercoledì: giorno propizio; giovedì: da evitare in quanto si crede che porti dispiaceri alla sposa; venerdì: da scartare in quanto per la religione cristiana è un giorno di penitenza; sabato: è il giorno peggiore della settimana per celebrare matrimoni;
Riguardo i mesi invece:
Gennaio: mese dell’affetto, fedeltà e gentilezza; febbraio: il mese dell’amore; marzo: mese che potrebbe portare dolori alla coppia (e dal tempo incerto); aprile: mese della serenità; maggio: mese che molti sposi prediligono ma è associato al detto: “Sposa maggiolina presto vedovina”. E’ il mese dedicato alla Madonna e viene definito oltraggioso sposarsi; giugno: legato a Giunone, dea del matrimonio; luglio: molta fatica nel guadagnare; agosto: caldo estenuante e ferie estive; settembre: ricchezza e allegria; ottobre: portatore d’amore; novembre: matrimonio felice; dicembre: matrimonio eterno.
Altra piccola credenza riguarda lo sposarsi nel giorno del compleanno degli sposi: per molti è malaugurante, eccezion fatta per gli sposi che condividono il compleanno.

4.       Eventi
Questo ad oggi è un problema inesistente, infatti se fino al 13 novembre tutte le spose erano in ansia per i prossimi mondiali in Russia, ora con l’impensabile débâcle degli uomini di Mister Ventura potranno tirare un sospiro di sollievo ed evitare la bruttissima scena degli invitati che scappano verso il primo televisore libero.

5.       Festività e ponti
La scelta di sposarsi durante i ponti e le festività è molto utilizzata dagli sposi in quanto agevola agli invitati la partecipazione alla cerimonia. Per il prossimo anno si potrà sfruttare solamente il ponte del 1° maggio (cade di martedì). Il 25 aprile invece sarà un mercoledì, potrebbe essere una buona idea festeggiare il pre o post festivo. Saranno di sabato invece, sia il 2 giugno che l’8 dicembre, anche in questo caso festeggiare il giorno prima potrebbe essere molto utile. Sposarsi poi durante le festività natalizie ha sempre un fascino particolare. Vuoi per l’aria delle imminenti festività, vuoi per l’approssimarsi del nuovo anno carico di sogni e buoni propositi, sposarsi a ridosso del Natale, ha sempre il suo perché. Ma non sottovalutiamo anche gli innumerevoli contro legati ad aspetti logistici, come il raggiungimento della location in caso di neve.

 

E voi avete scelto la data per il vostro matrimonio?

 

Fonte: Alto Livello

Contattaci per maggiori informazioni

Dichiaro di aver letto e compreso l'informativa sulla privacy

Potrebbe interessarti anche

© ALTO LIVELLO. All rights reserved. | Design by NETBOOM.
Tel.: +39.080.4968732 - E-Mail: info@altolivello.com - P.Iva: 06525030729